Osservazioni

Definizione di sistema distribuito

Confrontando la definizione di Tanenbaum e van Steen:

A distributed system is a collection of autonomous computing elements that appears to its users as a single coherent system (vedi [TAVS2017], pag.2)

con quella di Couloris ed altri :

We define a distributed system as one in which hardware or software components located at networked computers communicate and coordinate their actions only by passing messages (vedi [CODO2012], pag.2)

Entrambi i testi vedono i sistemi distribuiti come sistemi di elaborazione autonomi. Ma Tanenbaum pone l’accento sull’apparire come un singolo sistema coerente. Mentre Couloris marca la comunicazione tra componenti tramite messaggi.

Couloris successivamente indica che questi sistemi possono avere:

  • concorrenza (concurrency),

  • mancanza di un riferimento temporale globale (no global clock),

  • fallimenti indipendenti (indipendent failures).

L’enfasi di Tanenbaum riguardo l’apparire come un singolo sistema coerente, porta al concetto di trasparenza della distribuzione (distribution transparency) dei nodi. Concetto complesso, articolato in più attributi, come indicato in nella sua descrizione.